Home staging

martedì 2 aprile 2013

Quando si ha l'obiettivo di vendere casa è fondamentale che essa risulti il piu' possibile gradevole a chi viene a vederla per la prima volta.
L’Home Staging è una tecnica di marketing immobiliare che consiste nella preparazione di un immobile destinato alla vendita allo scopo di renderlo più appetibile ai potenziali acquirenti.
Il lavoro di un home stager si svolge attraverso alcuni steps fondamentali; il primo consiste nello stilare un’elenco di pregi e difetti della casa, in modo da avere ben chiari i punti negativi su cui eventualmente intervenire, nonché quelli di forza, da esaltare e valorizzare.
Senza effettuare una vera e propria ristrutturazione è quindi possibile modificare l’aspetto dell’immobile, riparando piccoli guasti, tinteggiando le pareti e sostituendo arredi magari troppo carichi o di gusto eccessivamente personale.
Molto importante è anche la pulizia: in primis, ovviamente, quella legata all’igiene; non meno importante è, però, quella “visiva”, legata alla presenza di oggetti vecchi o ingombranti, di cui prima o poi bisognerà comunque disfarsi, tenendo ben presente un valido principio: ciò che per il proprietario può essere un elemento gradevole può non esserlo altrettanto per un visitatore.
E’ fondamentale che il potenziale acquirente abbia, al primo impatto, un impressione di ordine e neutralità di stile.
In paesi come Stati Uniti, Australia e Canada quella dell’home stager è una delle poche professionalità che non ha risentito della crisi internazionale. In Italia, invece, la vendita non è molto curata, e capita spesso di imbattersi in immobili sporchi, dimessi, pieni di cose inutili, senza tener conto che è proprio la prima impressione a formare la convinzione dell’acquirente.
Gli interventi di Home Staging sono generalmente poco costosi ma di grande efficacia: cambiare la posizione del mobilio, realizzare una parete colorata, qualche lampada ad hoc, una bella tenda, un grande specchio, sono investimenti contenuti ma che permettono di ottenere ricavi più alti sul prezzo di vendita, e rapidità nei tempi.
Occorre, però, avere un occhio esperto: abitare per tanto tempo la stessa casa fa perdere obiettività su ciò che si deve cambiare per migliorarla e quindi venderla più velocemente e al giusto prezzo di mercato.

Una consulenza in Home Staging può quindi includere:
- il riposizionamento dei mobili;
- la fornitura di accessori di arredo e/o una lista di cose da acquistare per rendere il tuo appartamento più accogliente;
- la consulenza per il colore: la scelta della pittura, dei tappeti, dei mobili o dei piani di lavoro;
- una lista di riparazioni, piccole migliorie e consigli per la pulizia approfondita di tutti i dettagli;
- l’eliminazione dalla casa di tutto ciò che è inutile.

L’Home Stager, con la sua esperienza, può condurti gradualmente al processo di “preparazione” della casa e, con pochi ma fondamentali interventi, farà in modo che questa riveli tutte le proprie potenzialità.

dimoredesign.com